Inverigo - Ecco il degrado di Villa Crivelli

di badseeds

Abbiamo riassunto l'intricata vicenda riguardante Villa Crivelli di Inverigo in un articolo precedentemente pubblicato su questo sito. Al termine dell'articolo facevamo un appello ai lettori  chiedendo loro di inviarci materiale di cui fossero in possesso, foto o video che potessero ulteriormente documentare lo stato di abbandono della Villa. Qualche utente ha risposto al nostro appello e alla posta di redazione sono giunte alcune fotografie  che mostrano i lavori eseguiti all'interno della Villa.Sono interventi, come potete giudicare voi stessi, che sollevano alcuni interrogativi,  sia di carattere tecnico, sia in relazione ai permessi forniti e ai controlli eseguiti dalla sovraintendenza.

Nelle foto seguenti si vede ad esempio l'affresco tagliato in due da una tramezza che divide la stanza.

Le foto documentano il lato sinistro e destro dell'affresco, con tanto di condotti che fuoriescono dai pavimenti e che lasciano supporre un intervento analogo ai piani inferiori. A seguire la foto prima dell'intervento in cui si vede l'affresco nella sua interezza.

 

In una delle foto inviateci eseguite all'interno del cortile della villa compare una soletta che taglia a metà una delle finestre, segno che oltre all'abbassamento delle stanze è stato previsto anche il ridimensionamento delle stesse finestre sul lato del cortile.

Sotto il porticato del Pollack si intravede sullo sfondo una parte dell'affresco che è stato rimosso dall'interno della VIlla ed è rimasto appoggiato alla parete esterna, esposto agli eventi atmosferici e in rapido deterioramento.

 

Segue la foto dell'antico torchio, come si vede in uno stato di completo abbandono e anch'esso parzialmente esposto ai fenomeni atmosferici. Nelle cartoline che fotografano la Villa negli anni 60 e 70, non c'è traccia della finestra che compare nell'abbaino sopra la Villa. Non siamo però in grado di stabilire se si tratti di un'altro degli interventi eseguiti dalla Agri Trade durante i lavori di restauro o se sia un lavoro eseguito precendentemente dalla proprietà prima della cessione della stessa. Forse anche in questo caso potremo contare sulla collaborazione di qualche lettore.Per finire due foto che documentano lo scempio eseguito da Agri Trade, che ricordiamo è la società di Giorgio Pozzi, attuale Presidente della Commissione Territorio in Regione Lombardia. 

 

 

 

 

 

 

 

La prima è la panoramica da cui abbiamo preso il dettaglio sopra, e si riferisce al panorama della villa nel suo contesto circa una trentina d'anni fa. Segue invece una foto panoramica scattata due mesi fa che ci invia gentilmente Marco e che può essere raffrontata con la precedente.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La redazione rimane aperta alle vostre segnalazioni.

 

 

AllegatoDimensione
affrescoleft.JPG82.29 KB
affrescoright.JPG71.04 KB
affresco1.jpg18.27 KB
soletta.JPG38.61 KB
pollack.jpg66.84 KB
torchio.JPG28.4 KB
abbaino.jpg16.77 KB
panoramica1.jpg12.09 KB
panoramica2.JPG47.84 KB

Commenti

Vedere Villa Crivelli e le sue pertinenze finire nelle mani di un'immobiliare di proprietà GIORGIO POZZI è un pugno nello stomaco.
S'è consegnato un gioiello storico del territorio al pescecane della Brianza per consentire UNA SPECULAZIONE ED UNO SCEMPIO URBANISTICO, STORICO e ARTISTICO.
Giorgio Pozzi e la sua corte dei miracoli formigoniana sono i gruppi di potere del cemento e della speculazione che HANNO MESSO LE MANI SULLA BRIANZA e l'hanno ridotta ad uno SCHIFO URBANISTICO TOTALE.
Serve quanto prima un sussulto di dignità che ci liberi da costoro.

Un cittadino da tempo INDIGNATO.

Condivido e approvo la tua indignazione...più che un sussulto servirebbe il nucleo tutela al patrimonio storico !!

Ma non stava tornando agli antichi splendori ??? Almeno, così scrivevano sui giornali..
Datevi alle Escort,,,

Politica + cialtroni = fallimento...

Questo scempio HA DEI RESPONSABILI PRECISI.
1) Il "sindaco" d'Inverigo che probabilmente GUARDA ALTROVE e, guarda caso, è della stessa appartenenza politica del Pozzi.
2) GIORGIO POZZI ( pure ex asserssore alla Regione Lombardia) e la sua società immobiliare che chissa dove reperisce il denaro per queste operazioni.

Quindi, non i politici in genere MA QUESTI POLITICI di sicuro.

Cominciamo a dire nome e cognome di chi fa queste porcate E RICORDIAMOCI DI LORO senza generalizzare, altrimenti, colpa di tutti= colpa di nessuno.

non è solo che il Pozzi sia stato assessore regionale. Alle ultime elezioni, grazie ai voti di CL che sta collezionando più avvisi di garanzia della ndrangheta calabrese, è stato eletto presidente alla Commissione Territorio. L'uomo giusto al posto giusto.

He certo, il Pozzi è un collettore di voti degli affaristi e dei loro amici per cui, poi, l'hanno messo nel posto giusto PER CURARE I SUOI AFFARI IMMOBILIARI.
Quanto tempo e quanti scempi dovremo ancora subire prima di LIBERARCI di questi sciacalli ?
Ormai abbiamo raggiunto una situazione che dire INTOLLERABILE è poco.
Il malaffare e la mafia ciellina, unita alla 'ndrangheta da tempo regnano in Brianza e i risultati sono la lottizzazione con la Lega della sanità e lo scempio edilizio del territorio.
Dobbiamo unire i nostri sforzi, almeno sul principio della LEGALITA' e della TUTELA DEL TERRITORIO e liberarci quanto prima da questi saccheggiatori.

Le modifiche sono state eseguite tutte dalla Agri trade, le fidejussioni tutte dalle banche.., che non sanno dove, come ( e chi) si spende i finanziamenti dati. E dopo 10 anni niente di fatto, a parte altre fidejussioni alla società, che non ha nemmeno ripreso i lavori,nè tantomeno i restauri a tutela del patrimonio . Banchieri o benefattori ??
Bello sapere che certi progetti vengano approvati da "amici" che probabilmente sanno come gestire le risorse del territorio, poi gli imprenditori che probabilmente finanziano campagne elettorali fanno il resto,sapendo che è tutto "a posto"..anche con la soprintendenza.
Le banche, a questo punto, intervengono con generosi finanziamenti,..su progetti (falsati?) (vedi autorimessa, perla della riqualificazione decennale, quella da interrare, e chissà quant'altro).
Che all'assurdo,a volte alla criminalità (e alle esigenze del cliente) si unisca il sostegno bancario è risaputo, un progetto che "varia" rende..e le residenze di lusso rendono..vero soci ???
Voi banchieri state a guardare, o meglio, fate finta di niente, e mettete uno striscione pubblicitario su quel coso,abbiamo bisogno di voi per mangiare tutti i giorni.

facebooktwitterScribd

Abbonamento a Scambia informazioni

Semi Kattivi

Costruiamo il network

Hai un blog personale,
gestisci un sito di informazione territoriale?
Contatta la redazione e costruisci con noi
un Network indipendente di informazioni.

Leggi tutto »

Pubblica anche tu su infonodo.org!

Pubblica su Infonodo il tuo articolo.

Scopri come partecipare »