1994, Gran Premio d'Italia cancellato. L'estate calda dell'Autodromo di Monza

di Pier Attilio Trivulzio

Il 13 agosto di vent'anni fa, mentre il Circus della Formula Uno era in Ungheria, la Federazione Internazionale dell'Automobile (FIA) annunciava ufficialmente la cancellazione del Gran premio d'Italia in quanto i lavori di sicurezza sulla pista di Monza, richiesti con lettera inviata alla Sias a metà maggio, subito dopo la morte di Ayrton Senna a Imola, non erano stati fatti. Il Gran premio d'Italia era in calendario per l'11 settembre.

Vent'anni fa come oggi l'impianto brianzolo viveva la sua lunga, calda estate. Questa è la cronaca di quelle torride giornate.

Seregno - Trezzi rassegna le dimissioni. L'ultimo consigliere leghista seregnese abbandona il sindaco e il partito

di k.ts.

Era rimasto l’ultimo consigliere comunale della Lega Nord che vive e abita a Seregno dopo che nel maggio dell’anno scorso, sei consiglieri leghisti (Luca Talice, Andrea Colombo, Marco Dell’Orto, Mario Gerosa, Alex Paro e Claudio Tono) e un assessore ( Riccardo Liviero) avevano rassegnato le dimissioni a seguito dello scandalo +Energy (vedi Seregno - Si dimettono sei consiglieri della Lega Nord. Mariani non ha più la maggioranza). I sei erano poi stati sostituiti da quattro riempilista (Valeria Kullmann di Arcore, Alessandro Tomini di Usmate Velate, Andrea Castelnovo di Cogliate e Luca Ruggeri di Limbiate) che nelle elezioni del 2010 avevano raccolto complessivamente 2 voti di preferenza.

Servizio Idrico Integrato. Il Governo da ragione al comitato Beni Comuni della Brianza

Comunicato stampa

 E’ ìnequivocabile la risposta fornita dal Governo all’interrogazione proposta dall’On. Massimo De Rosa del M5S in relazione ai noti fatti di Brianzacque: “nel merito il Ministero dell'ambiente ha dichiarato fondate le istanze del Comitato relativamente alla necessità del parere obbligatorio e vincolante della conferenza dei comuni, nonché in ordine alla mancanza, da parte della Brianzacque s.r.l., dei requisiti giuridici per essere affidataria diretta della gestione del servizio idrico integrato”. e ancora: “…è stata riconosciuta la legittimazione attiva ad agire in capo a soggetti, quali il Comitato in questione…Sarà cura, pertanto, del Ministero dell'ambiente valutare le opportune iniziative da intraprendere al fine di uniformarsi all'orientamento giurisprudenziale di garantire l'esperibilità di azioni volte alla tutela dell'acqua quale bene comune e pubblico.”

rassegna

Sanzione per aggiotaggio in vista per Banca Profilo, advisor della fusione tra Acsm-Agam e AEB-Gelsia

Nuove nomine AEB-Gelsia, potrebbe rimanere fuori Maurizio Bottoni

di k.ts.

La Consob ha deciso di procedere nel processo sanzionatorio per aggiotaggio nei confronti di Banca Profilo, della controllata Arepo BP e dei suoi vertici nelle persone di Fabio Candelli e Matteo Arpe.

Lo rende noto Banca Profilo in un comunicato stampa diramato ieri.
Nella nota (vedi comunicato stampa) l’istituto finanziario comunica di aver chiesto l’annullamento o la revoca del provvedimento sanzionatorio contestando l’imparzialità della Consob e il mancato rispetto dei requisiti di equità e contraddittorio.

Desio - La discarica delle 'ndrangheta avrà un piano di caratterizzazione. Impegno di Regione Lombardia in vista della bonifica

di k.ts.

Il Consiglio Regionale Lombardo ha approvato l’Ordine del Giorno che impegna Regione Lombardia a pagare il costo - stimato in circa 150mila euro - del piano di caratterizzazione per la bonifica dei terreni di via Molinara a Desio, adibiti illegalmente a cava e a discarica di rifiuti industriali pericolosi.

L’OdG é stato presentato dal consigliere del Movimento 5 Stelle, Gianmarco Corbetta (vedi video), ed è stato votato all’unanimità dall’assemblea nella seduta di ieri.

La “cava” illegale di via Molinara era stata sequestrata nel settembre del 2008 dalla Polizia Provinciale di Milano nell’ambito dell’inchiesta Star Wars che aveva portato alla luce un traffico illegale di rifiuti.
I rifiuti venivano interrati a Desio in via Molinara e a Seregno in un terreno di proprietà della moglie di Fortunato Stellitano.

Audizione D'Angelis su alluvioni Seveso e vasche di laminazione a Senago. In settimana si è svolto incontro con rappresentanti dei comuni

Massimo De Rosa
Vicepresidente VIII Commissione
Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici
Camera dei deputati

comunicato stampa 

In Commissione Ambiente alla Camera dei deputati, si è tenuta l'audizione del dott. Erasmo D’Angelis, coordinatore della struttura di missione presso la Presidenza del Consiglio contro il dissesto idrogeologico e per lo sviluppo delle infrastrutture idriche.
Durante tale audizione, richiesta dal M5S, abbiamo avuto modo di confrontarci con il dr. D'Angelis che ha valutato con attenzione ed apprezzato le proposte del M5S sulla riprogrammazione degli interventi progettati ormai da anni, ma incompiuti ed ormai obsoleti, verso tecniche più moderne e meno impattanti.

rassegna

Trasparenza e nuovo corso in Brianzacque?

Comunicato stampa  

Dopo il comunicato del 12 luglio scorso, con la presente si intende portare alla Vostra attenzione altri  due fatti che, alla luce del nuovo corso che si sarebbe inaugurato in Brianzacque, dovrebbero essere chiariti al più presto. 
1) Nella seconda metà del 2011 pare che Brianzacque abbia affidato direttamente al dott. Bratta l’incarico di “direzione generale” per l’importo di 75.000 €. L’incarico sarebbe poi stato successivamente rinnovato per l’intero anno 2012 e poi per il 2013, per la cifra complessiva di 150.000 €  per anno. 

rassegna

Besana Brianza - Gravissimo incidente sul lavoro di un operatore Gelsia Ambiente. In rianimazione al San Gerardo

COMUNICATO STAMPA

INCIDENTE SUL LAVORO A BESANA BRIANZA

La mattina di mercoledì 23 luglio, un operatore di Gelsia Ambiente, addetto al servizio di raccolta rifiuti nel Comune di Besana Brianza, è rimasto ferito a seguito del ribaltamento del mezzo che guidava.

Ora è in rianimazione all’Ospedale San Gerardo di Monza, in gravissime condizioni.

Purtroppo sono questi i momenti in cui si comprende che le attenzioni e gli investimenti in sicurezza non sono mai abbastanza e che incidenti sul lavoro accadono anche nei servizi pubblici, come quelli destinati all’igiene ambientale.

rassegna

Monza - Autrodromo. La lista Capelli vince le elezioni per il rinnovo del consiglio di Ac MIlano

di Pier Attilio Trivulzio

Una serata lunga e tempestosa per l'elezione del Consiglio dell’Automobile Club di Milano, dodici ore per lo spoglio di 3.776 schede - 11,13% degli aventi diritto, nel 2008 erano stati il 10,27% - con momenti ad alta tensione. 
A controllare le operazione erano presenti anche gli avvocati della Lista1 “Sport & Rinnovamento”: Geronimo La Russa, escluso dalla candidatura per un “buco” di tre mesi del rinnovo della tessera, ed un collega di studio.
A notte fonda il verdetto: vittoria della Lista1 con Ivan Capelli, Marco Coldani, Pietro Meda, Enrico Radaelli e sonora sconfitta della lista - che l'ex consigliere di Acm, Simonpaolo Buongiardino aveva in sintesi battezzato gerontocomio “240 anni in tre” – con Carlo Edoardo Valli, Bruno Longoni, Michele Nappi, Luca Ronzoni. 

Vittoria che Luca Ronzoni proclamando i vincitori ha definito sub judice. Intenzione, infatti della lista sconfitta è chiedere il controllo del tesseramento di Pietro Meda e Marco Coldani.

Monza - Autodromo. “La sentenza del TAR non riconosce il diritto a chiedere il controllo di legalità sulle attività della pubblica amministrazione"

Comunicato stampa

Il Tar della Lombardia ha respinto il ricorso (vedi sotto) presentato nel 2008 da Comitato per il Parco “A. Cederna”, Italia Nostra Lombardia, Legambiente Lombardia e WWF Lombardia contro la concessione alla Sias che, dando in concessione 140 ettari di un Parco storico per 19 anni, tra l’altro, prevede:

. l’affidamento della concessione a trattativa privata senza il necessario svolgimento di una gara internazionale;
. un canone di locazione - 800.000 euro/anno, ovvero 57 centesimi al metro quadro – decisamente troppo basso rispetto alla consistenza delle strutture date in concessione e al loro utilizzo a scopo commerciale, provocando un grave danno erariale per i comuni di Monza e Milano. Il tutto senza l’obbligo da parte della Sias di fornire la dovuta cauzione finanziaria ai comuni;
. la non conformita’ alla legge quadro 447/95 sull’inquinamento acustico;
. il mantenimento con restauro delle fatiscenti sopraelevate malgrado ne fosse previsto l’abbattimento.

rassegna

Pages

Subscribe to Infonodo RSS