Seregno - Luca Talice assolto anche in appello. Si chiude una vicenda durata 7 anni

05/10/2017

di k.ts.

La Corte di Appello di Milano ha emesso, stamattina, sentenza di assoluzione per Luca Talice, già assolto in primo grado dal Tribunale di Monza.

La sentenza di primo grado del giugno 2013 era stata appellata dalla Procura di Monza per il solo reato di atti osceni in luogo pubblico: l’accusa di aver consumato un rapporto sessuale con il consigliere della Lega Nord, Federica Forcolin, nella cabina delle fototessere del Municipio, durante un consiglio comunale.
Questa circostanza è contenuta nella querela che venne presentata dalla donna, il 23 ottobre 2010, nei confronti di Luca Talice, accusato da lei e da un altro querelante, il consigliere comunale della Lega Davide Giannobi, di averli violentati per anni grazie allo stato di soggezione psicologica in cui li avrebbe indotti Talice.

Si chiude così, oggi, una vicenda giudiziaria durata sette anni che ha avuto pesanti ripercussioni politiche a Seregno, ma in generale in Brianza.
Luca Talice, nel momento in cui fu raggiunto dall’inchiesta, era consigliere comunale della Lega Nord a Seregno e Assessore provinciale alla sicurezza della Provincia di Monza e Brianza.
Carica da cui Talice si dimise dopo che l’11 gennaio 2011 il settimanale Esagono, diretto da Marco Pirola, con indagini della Procura ancora in corso, diede notizia delle pesanti accuse rivolte a Talice dai due consiglieri comunali.
Luigi Peronetti, legale di Talice, presentò una querela contro il giornale per violazione del segreto istruttorio, querela affidata ad Alessandro Pepè, lo stesso magistrato che condusse l’inchiesta e sostenne, in primo grado, l’accusa contro Talice.

Un processo per violenza sessuale che vide come protagonisti molti politici, tra i testi dell’accusa: Giacinto Mariani, vicesindaco dimissionario raggiunto dall’inchiesta che ha portato l’arresto del sindaco Mazza per corruzione in materia urbanistica, e Attilio Gavazzi, assessore all’urbanistica e vicesindaco della prima Giunta guidata da Giacinto Mariani, a processo per corruzione a Monza, sempre per vicende urbanistiche.
Lunedì scorso il PM ha chiesto per Gavazzi una condanna a tre anni e mezzo di reclusione.

Proprio le vicende urbanistiche di Seregno e le lotte tra le diverse posizioni sul PGT che contrapponevano Talice da una parte e Giacinto Mariani e Attilio Gavazzi dall'altra, vennero attentamente valutate dal collegio giudicante nella sentenza di assoluzioni di primo grado.

Valutazioni che alla luce degli arresti di questi ultimi giorni e dell'assoluzione definitiva di Talice, vale la pena rileggere.

Sentenza Talice Urbanistica by infonodo on Scribd

facebooktwitterScribd

Abbonamento a Scambia informazioni

Semi Kattivi

Costruiamo il network

Hai un blog personale,
gestisci un sito di informazione territoriale?
Contatta la redazione e costruisci con noi
un Network indipendente di informazioni.

Leggi tutto »

Pubblica anche tu su infonodo.org!

Pubblica su Infonodo il tuo articolo.

Scopri come partecipare »