Seregno - Sequestro all’Effebiquattro, si indaga. Aperto un fascicolo sul giornalista dell’Espresso tenuto in ostaggio

di Stefania Totaro da il Giorno del 25/04

SARANNO LE PM MONZESI Donata Costa e Manuela Massenz a indagare sulla vicenda del giornalista tenuto in ostaggio e minacciato dal patron della storica azienda di porte «Effebiquattro» Mario Barzaghi, che aveva intervistato nel suo ufficio chiedendogli conto di presunti interessi occulti con il sindaco di Seregno Giacinto Mariani e il comandante dei carabinieri della Compagnia di Seregno, capitano Luigi Spenga e i contatti con un prestanome del clan dei Casalesi.
Nonostante il giornalista abbia deciso di non presentare alcuna denuncia, l’apertura di un fascicolo penale da parte della Procura di Monza nei confronti dell’imprenditore seregnese e vicepresidente della Confindustria di Monza è un atto dovuto in quanto i presunti reati di sequestro di persona, minacce aggravate e violenza privata sono perseguibili d’ufficio.

LA PROCURA monzese sta valutando se aprire anche un fascicolo penale a modello 45 (in gergo giudiziario senza ipotesi di reato) per le vicenda collegata a quella di cui si sta occupando la Procura di Santa Maria Capua Vetere nel Napoletano, che ha già ottenuto il sequestro della «Simec», una società di Cesano Maderno, perché i magistrati sono convinti che la società sia controllata da Pasquale Pirolo, ritenuto vicino al clan dei Casalesi. La Simec è l’azienda istallatrice di pannelli fotovoltaici, mentre l’azienda che li importa dalla Cina è la «+ Energy» di Meda di cui socio risulta Mario Barzaghi e soci occulti sarebbero stati anche Giacinto Mariani e Luigi Spenga. In ballo ci sarebbero fior di incentivi statali da incassare.
La vicenda che potrebbe interessare la Procura di Monza è quella legata alla prima bozza di Pgt del Comune di Seregno, quella prima secretata e secondo quanto ha dichiarato il sindaco Mariani al processo per corruzione nei confronti dell’ex assessore regionale Massimo Ponzoni «protocollata e agli atti» di cui massima beneficiaria sarebbe stata l’«Immobiliare Stefania» facente capo a Barzaghi. Obiettivo: trasformare da industriale a polifunzionale l’area strategica della «Effebiquattro», spostando l’azienda verso Albiate.

SU QUESTA BOZZA di Pgt, mai portata in discussione, sono più di uno gli esposti anonimi arrivati alla Procura monzese, che già allora aveva aperto dei fascicoli modello 45 mancando un esposto in piena regola. Ora ne verrà probabilmente aperto un altro alla luce di questi ultimi fatti.
stefania.totaro@ilgiorno.net

facebooktwitterScribd

Abbonamento a Scambia informazioni

Semi Kattivi

Costruiamo il network

Hai un blog personale,
gestisci un sito di informazione territoriale?
Contatta la redazione e costruisci con noi
un Network indipendente di informazioni.

Leggi tutto »

Pubblica anche tu su infonodo.org!

Pubblica su Infonodo il tuo articolo.

Scopri come partecipare »