Seregno - Mariani a processo. Opposizione all’assalto: «Deve dimettersi»

di Gigi Baj da il Giorno

CANCELLATO all’ultimo momento la seduta del Consiglio comunale. La motivazione ufficiale che il Governo aveva prorogato il pagamento della Tasi è sembrata però una scusa per evitare una assemblea che si preannunciava burrascosa. La questione giudiziaria che riguarda il sindaco Giacinto Mariani aveva già messo in moto l’opposizione, subito pronta a chiedere le dimissioni del primo cittadino. «Anche se non riguarda l’amministrazione pubblica - dice il consigliere Piergiorgio Borgonovo di Scelta Civica -, si tratta di un reato molto grave. Giacinto Mariani si è sempre proclamato paladino della legalità. Oggi scopriamo che, leggendo le carte della Procura di Milano, il nostro sindaco non si è proprio comportato bene». Anche Giusi Minotti, capogruppo della Federazione delle Sinistre mostra il pollice verso: «Chiederemo le dimissioni. In queste ore stiamo contattando anche le altre forze politiche per condividere una decisione comune». Il Partito Democratico ha preso tempo convocando il proprio direttivo, mentre Gian Paolo Zannin dell’Italia dei Valori non ha dubbi sulla decisioni da prendere: «Giacinto Mariani se ne deve andare e anche la maggioranza che lo sostiene deve rendersi conto delle “opacità” di questo sindaco. La cosa che mi affligge di più come amministratore è che, pur avendo ricevuto tempo fa l’avviso di garanzia, non ne ha mai fatto menzione. Anzi, il sindaco è venuto in Consiglio dicendo che in Tribunale non c’erano pendenze a suo carico». L’accusa di appropriazione indebita a Giacinto ha creato grande scalpore in citta dove il sindaco è impegnato nella campagna elettorale per le elezioni europee. Una città divisa. «Chissà come mai - hanno spiegato ieri mattina alcuni seregnesi davanti a un bar di corso del Popolo - queste contestazioni emergono sempre quando ci sono di mezzo le elezioni. Un “pacco” confezionato su misura che lascia perplessi». Di ben altro avviso un gruppo di anziani: «Già lo scorso anno il sindaco era stato invischiato in vicende poco chiare. Oggi credergli è difficile».

facebooktwitterScribd

Abbonamento a Scambia informazioni

Semi Kattivi

Costruiamo il network

Hai un blog personale,
gestisci un sito di informazione territoriale?
Contatta la redazione e costruisci con noi
un Network indipendente di informazioni.

Leggi tutto »

Pubblica anche tu su infonodo.org!

Pubblica su Infonodo il tuo articolo.

Scopri come partecipare »